Home > Comunicati, Ippica > PREMIO PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA GBI RACING VEDELAGO VINCE LA CLASSICA ROMANA

PREMIO PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA GBI RACING VEDELAGO VINCE LA CLASSICA ROMANA

PR. Presidente della Repubblica_GBI Racing_ph_GarofaloVedelago ha conquistato il Premio Presidente della Repubblica GBI Racing (Gruppo 1 – 209.000 euro di montepremi). Sui duemila metri della classica romana l’alfiere della Scuderia GTA di Giampiero Brotto ha risolto la partita con la sua proverbiale progressione finale. Terzo sigillo in questa corsa per il fantino Mario Esposito mentre il trainer Stefano Botti, al secondo successo dopo quello dello scorso anno con Creckerjack King, mette a segno una tripletta con tre cavalli nelle prime posizioni. A mezza lunghezza dal vincitore, allevato dallo stesso Brotto, sono arrivati Orpello e Fabio Branca, per i colori della scuderia Effevi. Terzo posto per Pattaya e Gabriele Bietolini, portacolori della scuderia Dioscuri, sempre di casa Botti. “Ha dimostrato di essere un cavallo di gran classe e di gran cuore – commenta il trainer – ci credevamo anche se molti degli avversari avevano chance di vittoria. Ora con calma penseremo insieme al proprietario ad un programma giusto per lui”.
Nella giornata del “Presidente” riflettori puntati anche sulle due corse listed. Il Premio Emirates Airline (per cavalli di 4 anni ed oltre – 1.600 metri) ha visto trionfare il portacolori della scuderia La Nuova Sbarra, Ransom Hope, che ha preso la testa della corsa respingendo con decisione gli attacchi degli avversari. Impeccabile la monta di Mirco Demuro, top jockey italiano, che portato al successo l’allievo del trainer Luigi Riccardi. Secondo posto per Douce Vie e Fabio Branca (Sc. Effevi – allenatore Stefano Botti) davanti a Marvi Thunders (E. Stagi – S. pecoraro).
Nel Premio Tadolina by Naip (1.600 metri per femmine di 4 anni ed oltre) successo tutto al femmine per Sciolina. La 4 anni, allenata da Cristiana Signorelli, è il primo cavallo della scuderia In Rosa, una cordata di nove mogli di “ippici” che hanno deciso di vivere in prima persona l’ippica, devolvendo i proventi della loro attività in beneficenza. Piazza d’onore per Kadabra e Mirco Demuro (scuderia La Nuova Sbarra – allenatore Endo Botti), che hanno preceduto Naxos Beach e Gabriele Bietolini (scuderia dell’Avvocato – Luigi Di Dio).

  1. Non c'è ancora nessun commento.
  1. No trackbacks yet.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: