Home > Comunicati, Ippica > IL PRIMO GRAN PREMIO DEL 2013 IN ITALIA:

IL PRIMO GRAN PREMIO DEL 2013 IN ITALIA:

La prima pattern dell’anno, un pomeriggio in rosa, una tris tutta da vivere e quattro handicap di difficile soluzione. Questi gli elementi del programma di domenica 14 aprile all’Ippodromo di Roma Capannelle (inizio corse ore 15.10) che apre ufficialmente il calendario dei grandi premi di primavera. Quasi 11 partenti in media per ogni corsa, lo spettacolo che si coniuga con la qualità. Il Premio Carlo Chiesa è la prima pattern italiana dell’anno (Gruppo 3 per femmine di tre anni ed oltre, 1.200 metri, 77.000 euro).
E’ una corsa splendida che ha una duplice funzione nel nostro calendario: la prima guarda al futuro dell’allevamento italiano, permettendo alle femmine di qualità di conquistare quel blasone necessario per la successiva entrata in razza per la riproduzione. La seconda è molto tecnica perché mettendo a confronto le anziani con le tre anni permette a queste ultime anche un approccio verso i 1.600 metri del Premio Regina Elena (secondo gran premio per femmine il 28 aprile).
Come la scorsa edizione anche questa è nobilitata da una cavalla che ha tutto per essere sopra le righe. Parliamo di Noble Hachy, griffe delle scuderia La Nuova Sbarra, gestione tecnica di Luigi Riccardi con in sella Andrea Mezzatesta. E’ la favorita del campo (ore 16.50), ha impressionato al rientro e chiede a questa pattern il passaporto per provare non solo in Italia ma anche all’estero per una definitiva valorizzazione. Lo spettacolo della corsa è garantito da altre nove protagoniste: Onlyouknowme, della scuderia Quadrante Rosso che per l’occasione ha ingaggiato un top jockey come Michael Barzalona, Chiara Wells (Sc. Alba Chiara – S. Sulas), Clorofilla (V. Caldarola – L. Maniezzi), Maglietta Fina (Sc. Archi Romani – G. Marcelli), Bettolle (Sc. Topeeka –M. Colombi), Belliche (Aston House Stud – M. Esposito), Belly To Belly (Sc. Effevi – F. Branca), Killachy Loose (Sc. Blueberry – D. Vargiu) e Alta Quota (G. Taormina – S. Guerrieri). Molte di queste rivali hanno titoli personali ragguardevoli e la corsa non mancherà di avere una valenza tecnica preziosa.
Sarà un pomeriggio a forti tinte rosa perché alle velociste faranno eco le tre anni da distanza nel Premio Lorenzo Camuffo. Sui 2100 vedremo se potranno avere aspirazioni classiche tra le altre Lucky Serena, oppure Licia o Jetonamand in un campo di sette pretendenti al successo. In un pomeriggio cosi accattivante non poteva mancare la super tris sui 2400 metri con 16 anziani in lizza: Open Intent, Baby Duro, Secret Destination, Lawboy, Bronco, Eccellente Idea, Gary Hill, Alluminio, Rio Hill sono solo alcuni dei possibili protagonisti. Sette corse in cartellone, con quattro volte in uso la pista grande, una quella dritta e due la all weather , con distanze dai 1200 ai 2400 metri. La primavera dei grandi eventi è ufficialmente cominciata.

(nella foto il Premio Chiesa 2011. Ph: Stefano Grasso)

Categorie:Comunicati, Ippica
  1. Non c'è ancora nessun commento.
  1. No trackbacks yet.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: