Home > Comunicati, Concorsi, Eventi > A Jumping Verona prima vittoria “rosa”, Pessoa concede il bis e Gianni Govoni torna alla vittoria in un grande concorso internazionale

A Jumping Verona prima vittoria “rosa”, Pessoa concede il bis e Gianni Govoni torna alla vittoria in un grande concorso internazionale

Questo slideshow richiede JavaScript.

Nella seconda giornata di Jumping Verona 2012 il Piccolo Gran Premio SNAI si chiude con la prima vittoria di una amazzone: per il Portogallo Luciana Diniz. Mentre il fuoriclasse brasiliano Rodrigo Pessoa bissa la vittoria di ieri con un nuovo successo in una categoria contro il tempo. Il modenese Gianni Govoni torna da vincitore sulla ribalta internazionale.

Seconda vittoria brasiliana a Jumping Verona

Rodrigo Pessoa concede il bis, presentando al pubblico scaligero quella che lui stesso definisce “la specialità della casa: la velocità”. Il brasiliano è, infatti, figlio d’arte. Il padre “Neco”, protagonista di questo sport negli anni ’60 insieme a cavalieri come Graziano Mancinelli e ai fratelli D’Inzeo, era famoso per la rapidità con cui affrontava ostacoli e percorsi. Rodrigo l’ha confermato oggi nel Premio “Jumping Verona – Fieracavalli”, categoria a tempo con ostacoli a 1,45 m, gara d’apertura della seconda giornata della tappa italiana della Rolex FEI World Cup™. Il brasiliano sempre in sella al suo HH Palouchin, con cui aveva vinto ieri la gara inaugurale del concorso, ha chiuso senza penalità agli ostacoli e con lo straordinario tempo di 53,76. Molto bene agli azzurri. Al secondo posto della classifica troviamo il binomio Luca Moneta/Jesus de La Commune (65,00) con cui l’italiano nel 2012 ha già vinto categorie veloci a Falsterbo, Losanna e Piazza di Siena e quello formato dal caporale dell’Esercito Simone Coata/Whycoconah (57,60). Quarta l’amazzone svizzera Christina Liebherr in sella a LB Con Grazia (58,439). Primo dello squadrone tedesco Marco Kutscher, piazzatosi al quinto posto con Spartacus (59,33). “Palouchin sta confermando in pieno le sue qualità e sta crescendo gara dopo gara – ha dichiarato Rodrigo Pessoa – in questa gara è stato veramente formidabile: velocissimo”. Cronometro conferma, visto che il nostro Moneta, nonostante l’ottima performance, è rimasto distanziato dal brasiliano di quasi 2 secondi e mezzo.

Premio n. 4 – Jumping Verona Fieracavalli categoria a tempo h. 1,45
cl. naz. cavaliere cavallo pen. tempo
1° BRA Rodrigo Pessoa HH Palouchin 0 53,76
2° ITA Luca Maria Moneta Jesus de la Commune 0 56,00
3° ITA Simone Coata Whycoconah 0 57,60
4° SUI Christina Liebherr L B Con Grazia CH 0 58,43
5° ITA Marco Kutscher Spartacus 0 59,33

Luciana Diniz, il rosa vince a Jumping Verona

Il Piccolo Gran Premio SNAI, categoria mista con ostacoli a 1,50 m, gara clou della seconda giornata della tre giorni di salto veronese, è stata la categoria certamente più impegnativa tra quelle fin qui disputate. Il percorso disposto dal direttore di campo svizzero, Rolf Luedi, 13 ostacoli per 16 salti, ha infatti proposto ai 37 binomi scesi in campo un mix di altezza degli ostacoli e di tempo accordato (69 secondi) di difficile interpretazione.

A passare indenni dal primo giro, senza penalità alle barriere o di tempo, sono stati solo tre atleti: due amazzoni, l’irlandese Jessica Kuerten in sella ad API Largo, la portoghese Luciana Diniz con Bluebuster e il cavaliere azzurro Juan Carlos Garcia su Prince de la Mare. Prima ad entrare in campo, la Kuerten ha affrontato la seconda manche senza alcun riferimento e ha chiuso la sua prova con 2 penalità. Luciana Diniz ha quindi rischiato il tutto per tutto ed è riuscita a chiudere senza errori e con il tempo di 37,73. Anche Garcia non fatto calcoli. Cavallo al galoppo e ricerca della vittoria. Traguardo sfumato per una penalità agli ostacoli. La classifica finale ha quindi visto la vittoria della Diniz, seguita da Garcia e dalla Kuerten. Al quarto posto di una competizione estremamente selettiva Jur Vrieling, medaglia d’argento a squadre ai Giochi di Londra. L’olandese su KM Wish è stato l’unico altro cavaliere a chiudere il percorso base senza abbattere ostacoli, ma è stato escluso dal barrage per avere superato il tempo massimo consentito. Quarto e quinto posto per i binomi tedeschi Marco Kutscher/Cornet’s Cristallo e Ludger Beerbaum/Zinedine. Due cavalli alle prime apparizioni internazionali, rispettivamente di 9 e 8 anni e ambedue con una penalità al percorso base. “Sono veramente contento della prestazione di Prince, credo veramente molto nelle sue qualità – ha dichiarato Garcia – forse non sarà un bellissimo “modello”, ma ha cuore e tecnica: quello che serve in gara”.

Premio n. 5 – SNAI Piccolo Gran Premio categoria mista h. 1,50
cl. naz. cavaliere cavallo pen. tempo
1° BRA Luciana Diniz Bluebuster 0/0 37,73
2° ITA Juan Carlos Garcia Prince de la Mare 0/4 38,97
3° IRL Jessica Kuerten Api Largo 0/8 39,09
4° NED Jur Vrieling Km Wish 1 71,79
5° GER Marco Kutscher Cornet’s Cristallo 4 67,07

Gianni Govoni: è ancora Italia a Jumping Verona

Chiude nel segno degli azzurri Il “Premio Consorzio Valpolicella”, competizione a difficoltà progressive con cui è terminata la seconda giornata di Jumping Verona 2012. Vittoria per un cavaliere che di una monta sempre all’attacco ha fatto in suo “marchio di fabbrica”: Gianni Govoni. L’atleta modenese, in sella Dynamite VT si è issata al vertice della classifica finale della prova grazie a una prestazione veloce (49.00) e a un punteggio complessivo di 65 punti. Al secondo posto l’olandese Jur Vrieling, anche lui con 65 punti, ma con cronometro più alto: 49,65. Terza piazza per un altro “garista” italiano, Roberto Arioldi con Viper, 65 punti e 50,75 al tempo, che ha preceduto il connazionale Giovanni Consorti su Cocodrillo (65/52,34). A chiudere i primi cinque della classifica uno degli allievi di Ludger Beerbaum, lo svedese Henrik Von Eckermann, in sella alla baia Oldenburg di 8 anni, Camilla 100 (65/53,01). Soddisfazione per Gianni Govoni tornato alla vittoria in una categoria di un concorso di World Cup: “Dynamite aveva iniziato come cavallo da dressage, ma ha un grande galoppo. Lo monto da poco e spero che dalla prossima primavera o estate possiamo raggiungere il giusto affiatamento”.

Premio n. 6 – Consorzio VALPOLICELLA categoria difficoltà progressive h. 1,50
cl. naz. cavaliere cavallo points tempo
1° ITA Gianni Govoni Dynamite vt Hazelarenhoekje 65 49,00
2° NED Jur Vrieling Sissi van Schuttershof 65 49,65
3° ITA Roberto Arioldi Viper 65 50,75
4° ITA Giovanni Consorti Cocodrillo 65 52,34
5° SWE Henrik Von Eckermann Camilla 100 65 53,01

Orari delle gare di domani e palinsesto televisivo:

DOMENICA 11

11:00 PREMIO N. 7 – FARINA WINES
CATEGORIA DUE FASI (H. 1,45 MT.)
€ 25.000,00

DIRETTA TV
RAI SPORT 2, CLASS HORSE TV,
FEI TV 14:30 PREMIO N. 8 – GRAN PREMIO ROLEX FEI WORLD CUP™ – PRESENTED BY FIXDESIGN (H. 1,60 MT.)
€ 190.000,00

http://www.fieracavalli.ithttp://www.jumpingverona.it

Con il suo Gran Premio, in programma come prova di chiusura, Jumping Verona (8-11 novembre) è l’unica tappa italiana del circuito Rolex FEI World Cup™.
Per il girone dell’Europa occidentale si tratta del 4° appuntamento della stagione 2012-2013 dopo Oslo, Helsinki e Lione. Fieracavalli, la rassegna fieristica internazionale di Verona dedicata al mondo del cavallo e arrivata all’edizione numero 114, è da dodici anni ideale palcoscenico della tappa italiana della Rolex Fei World Cup™.

  1. Non c'è ancora nessun commento.
  1. No trackbacks yet.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: